Comunita' Montana del Casentino - Provincia di Arezzo
RCC - Rete Civica del Casentino
Posizione nel sito: Home Page >> Comunicati stampa | Indietro
Nuova pagina 1

[DATA: 7/03/2013]
 
CENTRI DIURNI: IL COMUNE DI BIBBIENA MANTENGA GLI IMPEGNI PRESI
Dall'Unione disappunto e malcontento per la posizione del primo cittadino di Bibbiena
II comune di Bibbiena nel 2010 esce dalla gestione associata dei servizi sociali, ma l'amministrazione mantiene in associato con l'Unione i centri diurni per disabili e altri servizi a valenza zonale a favore di anziani, famiglie e minori. L'accordo sottoscritto prevedeva un trasferimento annuale dal comune di Bibbiena all'Unione a copertura delle spese sostenute e che le quote dovevano essere determinate annualmente dalla Conferenza dei Sindaci, ma il comune di Bibbiena a quella conferenza specifica non partecipa, forse per il "bene dei cittadini?".
Nel 2012 al momento della definizione degli accordi tutti i comuni, compreso Bibbiena, furono informati che a causa dei tagli dei trasferimenti statali, per il mantenimento di questi servizi, voluti fortemente da tutti gli amministratori, occorreva un impegno economico maggiore. Il decreto ingiuntivo non è altro che un'azione legittima per ottenere quelle risorse necessarie al mantenimento dei centri diurni, " è per il bene della nostra terra " e di tutti quei cittadini che hanno maggiore necessità. Nessun sperpero, ma solo una richiesta doverosa a tutela anche di tutti i cittadini, "nessuna presa di giro nei confronti dei cittadini di Bibbiena", gli unici a sentirsi indignati dovrebbero essere proprio gli utenti dei servizi incriminati...
Quindi la domanda è doverosa: le risorse mancanti, se Bibbiena non mantiene fede ai propri impegni, chi le pagherà? Forse proprio quei cittadini dell'Unione che avrebbero tutto il diritto di gridare "ora basta"?
E' importante sottolineare che l'Unione ha contribuito, per il mantenimento dei servizi, con proprie risorse, basti pensare che solo negli ultimi due anni sono stati stanziati circa 470mila euro per cercare di garantire la sussistenza e l'efficienza del servizio, ma questo non si può dire perché la priorità dei politici che ci amministrano è " la spartizione del potere e non il bene della nostra terra"...
Ufficio stampa Unione dei Comuni Montani del Casentino
Silvia Pecorini
(inserito il: 07-03-2013 13:05:32)
Mostra tutti i Comunicati Stampa